Tastiere musicali con amplificatore: migliori prodotti di Settembre 2021, prezzi, recensioni

La società odierna – si sa – ci impone ritmi sempre più frenetici, e lo stress è all’ordine del giorno. Ecco allora che ritagliare un po’ di spazio per sé stessi, a fine giornata, è un vero e proprio toccasana, che migliora l’umore e rilassa non poco, e se si suona uno strumento musicale – o se si vuole imparare – dedicarsi alla musica è una scelta più che indicata. Ma verso quale strumento indirizzarsi? Quella del pianoforte è spesse volte la risposta più “immediata”, ma altrettanto spesse volte non sempre perseguibile, vuoi per i costi che per gli spazi richiesti. Sarebbe tuttavia un vero peccato sacrificarsi se il proprio è un animo artistico e se desidera coltivare la propria passione. La tastiera musicale “interviene” al riguardo, profilandosi come estremamente pratica – ed utilizzabile non solo nella propria abitazione – e versatile, perché capace di far fronte alle esigenze delle variegate fette di utenza, siano esse costituite da bambini, apprendisti musicisti, o esperti del settore. A seconda di quello che sarà l’utilizzatore, e dunque il contesto d’uso, il mercato “risponderà” infatti con uno specifico modello, adatto alle necessità personali, così da consentire ad ognuno di entrare in possesso della “giusta” tastiera musicale per sé. Fondamentale è tuttavia attenersi a ben specifici parametri, di aiuto in sede di acquisto: numero dei tasti e loro pesatura, dimensioni, effetti… sono solo alcuni di detti parametri. Mettendoli in questa sede momentaneamente “da parte”, ci concentriamo invece sugli aspetti funzionali, ed in particolare sulla tastiera musicale con amplificatore. Scopriamo insieme i vantaggi di questo prodotto.

Caratteristiche principali

Poter usufruire di un volume maggiormente elevato quando si suona la propria tastiera musicale (ovviamente nel rispetto delle opinioni del vicinato al riguardo) è un’indubbia “marcia in più”, che qualunque musicista, principiante o professionista, non può non apprezzare. Ed infatti la predetta tastiera dovrebbe prevedere un buon sistema di amplificazione incorporato, che assicuri di poter suonare ad un volume ottimale. Attenzione però, perché è il caso di mettere in evidenza che la tastiera musicale con amplificatore integrato non presenta generalmente una potenza tale da potersi esibire dal vivo insieme ad altri strumenti, i quali “offuscherebbero” totalmente il suono della tastiera. Se quindi ci trova in questa situazione – ad esempio se si lavora in un piano bar – bisognerà ricorrere ad un amplificatore esterno. Situazione, questa, che illustriamo nei suoi punti salienti nel paragrafo che segue.

Amplificatore esterno: quale scegliere

Abbiamo or ora sottolineato come in ben specifici casi – quelli in cui si suona live con altri strumenti, come una batteria a titolo esemplificativo – l’amplificatore incorporato nella tastiera musicale non sia sufficiente. È necessario infatti servirsi di un amplificatore esterno, che sia però specifico per lo strumento in oggetto, e ciò in quanto esso deve riprodurre un ampio intervallo di frequenze con la massima precisione possibile; generalmente esso presenta più canali, da due a quattro, ognuno dei quali è fornito del proprio pre-amplificatore ed equalizzatore, e degli altri controlli relativi.

Fatta questa premessa, come scegliere il “giusto” amplificatore per tastiera musicale? Senza entrare troppo nel merito della materia – essendo l’oggetto di questa trattazione la tastiera musicale con amplificatore integrato – sottolineiamo subito che sono due le strade percorribili: quella dell’amplificatore classico e quella, maggiormente performante, del sistema audio PA, ossia dell’amplificatore casse stereo. Per quale soluzione optare?

Senza dubbio il sistema audio PA, solitamente più potente (in media 50-70 watt), si compone di più casse, sollevabili ed orientabili in modo tale da permettere che il suono si distribuisca omogeneamente a tutto il pubblico presente. Ed è la soluzione che si suggerisce, sebbene sia più costosa, qualora ci si trovi per lavoro nella situazione di doversi esibire dal vivo; caso diverso, invece, è quello che vede l’utente utilizzare l’amplificatore solo per esercitazioni, caso che può prevedere l’uso di un dispositivo di maggiore praticità e di prezzo più contenuto.

Concludiamo con il sottolineare che il maggior numero di amplificatori per tastiera si caratterizza per la presenza di un jack dedicato al subwoofer (la cassa adibita alla produzione delle frequenze più basse), qualora si intenda connettere un basso esterno aggiuntivo.

Costi e marche specializzate

La nostra trattazione termina con la breve disamina di quelli che sono i costi e le marche a cui riferirsi in sede di acquisto. Come anticipato ad inizio trattazione, il mercato offre numerosi modelli di tastiera musicale, ognuno con ben determinate caratteristiche, così da far fronte alle differenti richieste dell’utenza, anche per quanto concerne i predetti costi. In merito a quest’ultimo punto, nello specifico, sono a livello indicativo individuabili tre fasce di prezzo, da quella più bassa, che si aggira intorno ai 40-50 Euro circa, a quella più alta, che può anche superare i 3000-3500 Euro, essendo destinata ad un utilizzo prettamente professionale. Ciascun utente, tenendo in conto le necessità personali, veicolerà il proprio acquisto di conseguenza, facendo tuttavia attenzione a scegliere un brand conosciuto ed affidabile: Roland, Casio, Bontempi, Alesis, sono alcuni validi suggerimenti al riguardo.

Creativa e fantasiosa, ma anche riflessiva e determinata. Laureata in Giurisprudenza “atipica”, seguo e coltivo i miei sogni e le mie effettive ambizioni, emersi con forza. Appassionata di scrittura e di musica, e “curiosa” di ogni piccola grande novità tecnologica del settore, fornisco agli utenti utili consigli in merito a prodotti che possono rendere migliore la vita di tutti i giorni. Per agevolare quella che è la scelta più rispondente alle proprie esigenze.

Back to top
menu
miglioritastieremusicali.it